Lettori fissi

lunedì 13 febbraio 2012

Il basilico.



Sabato sera abbiamo mangiato la pizza. Non quella della pizzeria portata a casa, nemmeno quella delle scatole con il preparato. L'impasto era fatto da me e lasciato lievitare per un bel paio d'ore ( un paio alla sarda, cioè 3-4 ore). Come sempre la teglia grande è una mia alleata perchè con le altre, sorelle minori, la pizza esce altissima ma troppo piccola. Questa "tegliona" è una nuova arrivata in casa mia ed è ben 41x41 cm. La uso smodatamente quando devo cucinare al forno. Siamo solo in 4, non molti, però qui si cucina a dosi giganti!
Torniamo alla pizza. Siamo tutti a tavola e gustiamo quella meraviglia quando Fabiola nota il padre fare una cosa orrenda - " Papà attento! ti sei messo in bocca un pezzo grande di quella "cosa" verde!"...lui -" Certo Fabi è il basilico, buonissimo, perchè non lo dovrei mangiare?"  Io scuoto la testa e da sola sorrido mentre penso alla sua "passione" per il basilico.
Qui mi fermo e faccio un viaggio indietro nel tempo.
Mio marito l'ho conosciuto quasi 11 anni fa. Le prime volte che usciamo insieme andiamo nei locali  a "bere una cosa" (si dice così) . Abbiamo aggiunto la cena con pizza e poi a bere una cosa dopo pochi giorni. 
La pizza per me "è" la Margherita con pomodoro, mozzarella e basilico... un classico, no? Lui, però, non la prendeva mai così, quindi ancora non sapevo.
Iniziamo a pranzare insieme a casa sua ( divideva un appartamento con due colleghi) e il problema salta su al primo sugo da me cucinato. ALT! niente basilico! "Chiii? cosa?ma che dici?"
Mi rende nota la sua grave forma di allergia al basilico. "Oddio, ma davvero?"  gli dico " Mi dispiace, perchè è buono e a me piace proprio tanto!". Nel contempo penso -" Che paaalle! e mò devo rinunciare in eterno al mio sugo meraviglioso?"
Mi sciorina la sua storiella con tanto di indicazione di madre, sorelle, zie, ziette, vicini di casa e pure i passanti che possono avvallare la sua verità. Raccontava con convinzione, con tanto di soppracciglia sollevate per accendere in me il senso di pietà. Io ancora non conosco la sua famiglia, furbo eh! non posso effettuare nessun controllo.
" Se solo mettevano una foglia in tavola e ne sentivo l'odore diventavo tutto rosso e non riuscivo a respirare, pensa che mie zie avevano le piante giganti in giardino e le avevano dovute togliere perchè mi faceva male"
Ullallà! addirittura? e tutta una famiglia doveva sottostare alla rinuncia del basilico solo perchè lui non lo poteva mangiare. Accidenti! 
Quasi convinta, però non del tutto. Chissà,  magari  il mio sesto senso stava funzionando!
Qualche tempo dopo lui organizza una serata in pizzeria con colleghi e fidanzate, mogli ecc. Si va in un locale con lo schermo gigante per la partita. Io odio le partite. Odio i locali con le partite negli schermi giganti e odio le pizzate con mille persone che non conosco.
Il mio sesto senso evidentemente era davvero acceso e mi ha detto di accettare e andarci. Ben fatto! Brava io!
Arriva la sera fatidica. Il locale è stracolmo e per le pizze ci fanno aspettare fino a che lo stomaco sta per uscire dalla sua sede naturale per andare a cercarsi il cibo da solo.
Dopo aver mangiato tutti i grissini possibili, se possibile facendo scambi con altri tavoli, scendendo a compromessi tipo " Se mi dai i tuoi grissini poi ti darò un pezzo di pizza più due bicchieri d'acqua!", finalmente arrivano le pizze! Bellissime e fumanti. No, non erano così, però tu prova a protestare e te la riportano tra un'altra ora. Guardo la pizza di Domenico e ..Noooooooo gliel'hanno sbagliataaaa! Noooo ci sono ben due foglie di basilico!! E ora come si fa? Inizio a guardarlo in cagnesco girando il braccio attorno al mio piatto " no, la mia pizza non la tocchi!"...Non so perchè ho pensato così, anche la mia pizza aveva il basilico ma si sa che l'istinto di conservazione agisce quando magari non te l'aspetti e la mia pizza voleva dire cibo da mandare giù! Stavo per iniziare a ringhiare quando..
Lui non batte ciglio, deve aver fatto lo stesso mio ragionamento sul far portare via il suo piatto, e con fare naturalissimo pizzica con le dita le due foglie avvilite e avvizzite e le mette bordo piatto!!
Assisto incredula! non credo a ciò che vedo ma sto zitta, si , si , silenzio tombale! Questa carta me la giocherò in seguito. 
Se è allergico quanto dice  la pizza non dovrebbe nemmeno odorarla se ci hanno messo il basilico, e non la  dovrebbe mangiare anche se prima lo toglie!!!!
Alla prima occasione glielo faccio notare. Ho fatto il sugo ed ho messo il basilico facendo prendere il gusto ma poi l'ho tolto. 
-"Ma, ma, ma ci hai messo dentro il basilico? lo sai bene che non lo posso mangiare!!".. -" Si lo so che non lo puoi mangiare, infatti l'ho tolto e non lo mangi, come hai fatto tu in pizzeria l'altro giorno!" Tiè!
Inizia a dire che non è vero, però qui incomincio ad imparare a "scammuffargli" le balle perchè noto che parla ed ha un movimento particolare del naso, allarga un po' le narici mentre se la racconta!
Comunque non era morto in pizzeria e non sarebbe morto nemmeno oggi. 
Niente da fare,  non l'ha mangiato .
Andiamo in un agriturismo e dice la storiella del basilico al cameriere e qui ci aggiunge pure un'altra sua fantasia -" Per favore niente formaggio per me, vorrei un piatto a parte".
Gli amici ridacchiano e io vorrei seppellirmi. La sua teoria per la quale il formaggio non ci sta bene nei ravioli non sta nè in cielo nè in terra. A lui non piace e non lo vuole dire.
Nel giro di qualche mese ha comprato una casa e abbiamo iniziato a stare insieme lì. Visto che la cosa andava avanti ho pensato che doveva iniziare a mangiare il basilico e pure il formaggio, per me sono due cose base e non ci volevo rinunciare. Inizio a mettere una foglia piccola nel sugo e poi la tolgo. Quasi non si accorge, mangia e non muore, nemmeno si gonfia, di rossore neanche l'ombra!
Continuo così e aumento le dosi, finchè un giorno ne becca un pezzettino e mi chiede spiegazioni per quel gravissimo attentato alla sua vita!- " Ma perchè lo hai fatto? Perchè? lo sai che effetto mi fa!" . Era disperato, a modo suo, perchè l'avevo punto sul vivo!
Si gonfia, lì si, quando gli dico che è mesi che ne mangia.
Ho capito bene la sua tattica. Da ragazzino non gli piaceva il sapore e ha inscenato la "pièce" teatrale per farlo togliere dal menù della famiglia. Capito il bastardo? Ormai era entrato talmente nella parte che ci credeva davvero.
Deve essere così per forza. Col passare del tempo, però, si è arreso all'evidenza. Non ha mai avuto nessuna allergia, ora gli piace moltissimo. Ho anche le piante in veranda. 
Come dite? il formaggio? Si, non ne mangiava nemmeno a pagarlo. Niente grana nella pasta o nel minestrone, niente fetta di Dolce Sardo, non se ne parla del pecorino, nè fresco nè stagionato, mozzarella nell'insalata? un'utopia!
Bè mio marito che, anche con i suoi difetti, è una persona intelligente  ha capito che per anni e anni  si è privato di gusti e sapori che ora, invece,  fanno parte del suo cibo quotidiano. 
Ho dovuto lavorarci ma alla fine ho vinto io....non avrei mai rinunciato a quei sapori meravigliosi.
La cosa più bella è stato vedere le facce dei suoi parenti quando si è esibito nel mangiare pasta con sugo di basilico e grana grattugiato! 
Nà soddisfazione ragà!































14 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie cugi...non so per quanto resterà questo post....il marito non ha gradito moltissimo! haahahahahhah

      Elimina
  2. E brava sta criatura! Guaglione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Guaglione, grazie dei tuoi commenti! bacio

      Elimina
  3. Ciao BiancaneveRossa,
    trovi il contact form che mi avevi richiesto in questo mio post.
    Spero ti piaccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Si Si fatto fatto fatto!!!! :-)))))))))

      Elimina
  4. questi maschietti...
    Però sei stata forte! Io non avrei avuto il coraggio di fare quelle "prove".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahahaah davvero non lo avresti fatto? bè io ho sentito puzza di bruciato in quella pizzeria....ed a bruciare non era la pizza!!!!

      Elimina
  5. fatto bene!

    Al Signor Pomplemo non piacciono i legumi....che guerra persa!

    RispondiElimina
  6. Daiii, prova a proporglieli in versione "passata"...come si fa con i bambini!...magari ce la fai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che.... guarda con sospetto tutto ciò che non ha una consistenza supersolida!
      C'è da dire comunque che essendo io vegana e lui no spesso mangiamo cose diverse, quindi i passati per me li faccio eccome! :)

      Elimina
  7. sei incredibile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!comunque brava,,, tiny

    RispondiElimina
  8. che fantasia sfrenata tuo marito hahahaah!!!
    ma tu 6 troppo furba
    Ily

    RispondiElimina
  9. @Ily...non l'avevi ancora letto? ahahahahaahha per questo post ho quasi rasentato il divorzio....Prova a leggere anche "Il marito fa la spesa" e "La sua fedina penale"....fammi sapere!

    RispondiElimina

Puoi lasciare un commento e mi farà davvero molto piacere leggerlo e risponderti.
Scrivimi qualcosa e lascia una traccia del tuo passaggio nel mio blog!
Grazie
Ciaus